Moto a trazione elettrica

Progetto e realizzo prototipi di moto a trazione elettrica, per enduro, trial e cross elettrica. Per un fuoristrada più ecologico e per un trasporto personale più pulito. SLING è una novità Italiana.

Moto a trazione elettrica.


Zero Emission Motorcycles




''Benvenuti nel mio Blog, vi presento 3 progetti e relativi prototipi che ho realizzato di recente,,




ELETTRA  STONE  2.0
L'ultima motocicletta progettata è una "enduro vera" a trazione elettrica. 
Abbiamo raggiunto l'obiettivo di creare un veicolo con una autonomia superiore ai 100 Km che potesse permettere escursioni in fuoristrada piuttosto lunghe. 
Con Attilio abbiamo costruito la ELETTRA Stone 2.0 moto elettrica da enduro. 
Potenza massima di 30 HP e coppia massima di 60 Nm. Autonomia di oltre 3h.


   (Video della prova in pista di SoloEnduro.it)

     

     Video di una prova sul campo di durata batteria

        Prova ed articolo giornalistico

        Pagina Facebook della ELETTRA STONE 2.0

  ELETTRA STONE 2.0  con i volontari di MOTOAIUTO





ROBO  STONE  1.0

Una delle ultime creature è stata realizzata in collaborazione con la ROBO.  E' la STONE 1.0 una moto a trazione elettrica per la pratica del fuoristrada anche agonistico. 
Potenza massima di 40 HP e coppia massima di 90 Nm. Autonomia di 2h circa.

https://www.youtube.com









                                                      











SLING 3.1

A fine settembre 2015 sono terminati i collaudi ed è stata consegnata la SLING3.1 all'Agriturismo Cascina Riazzolo nei pressi di Milano. 
Potenza massima 25 HP e coppia massima 60 Nm. Autonomia di 1h40nim.

https://www.youtube.com



  Video del test finale della SLING 3.1







_______________________________________________



OCCASIONE !

Causa cambio di progetto, vendesi telaio in alluminio HM-Moto e motore elettrico LEM.CO 200 - 127Q da 25 Hp, insieme al relativo controller ALLTRAX da 400 ampere montati attualmente sulla SLING3.1 che potete vedere nel video qui sopra. 
Per info inviatemi una e-mail oppure chiamate al 347 5304150.














_______________________________________________

IL NOSTRO AMBIENTE

"....bisogna fare qualcosa per salvare il nostro pianeta". Quante volte abbiamo sentito questa frase? Da quanti anni? Eppure poco o niente è stato fatto.
In realtà non è il nostro pianeta che ha bisogno di essere salvato, lui è capace di rigenerarsi e vivere ancora milioni di anni. E' piuttosto l'umanità che rischia di trovarsi a vivere in un ambiente non più tanto amico. 
E allora è assolutamente necessario che ognuno di noi faccia, ora,  tutto quello che può, nei limiti delle proprie possibilità, senza aspettare che siamo gli altri a cambiare la situazione.
Perciò ho iniziato col cambiare il fornitore dell'energia elettrica rivolgendomi ad un gestore che utilizza solo fonti rinnovabili ed eco sostenibili. 
Nel settore dei trasporti ci sono già le soluzioni per una scelta adeguata alla salvaguardia dell'ambiente e della nostra salute. La trazione elettrica oggi è una realtà che si dimostra la soluzione migliore soprattutto per i brevi spostamenti quotidiani. Nonostante sembri una scelta logica, questa fatica a decollare per la mancanza di punti di ricarica, per il costo troppo alto dei veicoli nuovi e per una arretratezza delle normative che permettono la costruzione di case e palazzi privi di punti di ricarica.

Da qualche anno ho avviato studi, ricerche e costruito prototipi che possano dare una risposta alla mia esigenza di lasciare un ambiente più sano ai miei nipoti.
La mia idea per promuovere questi veicoli è quella di farli partecipare alle competizioni. Ci sono già campionati mondiali per veicoli a trazione elettrica, addirittura una "Formula 1" dedicata a loro.
Non avendo le risorse per competere a quei livelli, e facendo leva sulla mia passione ed esperienza nell'enduro e nel motocross, ho indirizzato tutti i miei sforzi in questo settore.
Ed è così che sono nati i prototipi descritti in questo blog. 



Zero  Impact  Motorcycles

Anche se non tutti sono stati raggiunti, gli obiettivi che mi sono prefissato nel progettare questi prototipi sono chiari e li riassumo qui sotto. Ecco come dovrebbe essere la mia moto ideale:

  - Non produrre gas tossici, nè polveri, nè rumore e soprattutto non lasciare traccia del suo passaggio!
  - Essere divertente, leggera e dalla potenza giusta. Non sprecare energia e non generare molto calore.
  - Usare solo gomme di tipo stradale o meglio da Trial, che non scavano solchi sul terreno.
  - Ricaricarsi con la luce del sole, col vento o da fonti rinnovabili.
  - Avere la struttura e robustezza di una moto da cross ma non la sua estetica aggressiva.
  - Usare al minimo indispensabile la plastica, che è un derivato del petrolio.
  - Commercializzata ad un prezzo concorrenziale con le moto tradizionali.


Riassumendo .....

Zero emissioni - La trazione è assicurata da un motore elettrico che notoriamente non emette  inquinanti. L'impatto creato durante la sua costruzione  può essere compensato se si sfrutta l'energia elettrica generata da fonti rinnovabili.

Zero calore - Il calore sviluppato in movimento è minimo ed anche quello per generare l'energia per la ricarica può essere ridotto al minimo utilizzando pannelli fotovoltaici e generatori eolici.

Zero tracce - Non lascia traccia del suo passaggio. In fuoristrada il passaggio di qualsiasi veicolo, sia a 2 che a 4 ruote lascia sempre un'impronta più o meno profonda. Questa traccia diventa un rigagnolo durante le piogge e l'acqua col tempo asporta la terra creando canali più o meno profondi. La leggerezza degli Z.I.M. unita alla trazione progressiva ed ai pneumatici non aggressivi permettono agli Z.I.M. di non lasciare minima traccia del loro passaggio persino sull'erba dei prati.

Zero plastica - L'uso della plastica che è un derivato del petrolio, è ridotto al minimo indispensabile, se non eliminato del tutto.






SLING è stato il primo tentativo per fare un veicolo ZIM.    Quì sotto puoi vederlo in azione.
 




Da qualche anno la trazione elettrica è diventata una realtà e nel mondo esistono ormai molti costruttori di veicoli a trazione elettrica pura. Nello specifico dell'uso fuoristrada, esistevano due aziende, una negli Usa ed una in Europa, che commercializzavano da molto tempo, vari modelli. Zero Motorcycles  e  Quantya , mentre ultimamente si era aggiunta la Alta Motorcycles che però ha dovuto sospendere la produzione per mancanza di finanziamenti, così come la Brammo che ha dovuto chiudere dopo pochi anni la produzione.
Da qualche anno si è aggiunta la KTM con un modello veramente ben fatto: la Freeride-E.

In Italia di costruttori che producano o vendano moto elettriche da fuoristrada si iniziano a vedere, dopo alcuni bei prototipi come  la EVOLT che progetta moto elettriche di tutti i tipi, e la S.M.R.E. che ha progettato un motore elettrico rivoluzionario.
Quindi nel settore fuoristrada al momento è in produzione la TACITA con diversi modelli per i rally, l'enduro ed il motocross. Poi c'è la ARMOTIA che ha ricevuto finanziamenti per il suo progetto di moto a trazione integrale.

Bisogna dire che i modelli in commercio, sebbene buoni prodotti, cercano di imitare le caratteristiche dei motocicli con motore a scoppio e quindi non hanno le caratteristiche di un vero e proprio "Motociclo a Impatto Zero".





                 
                                                                                                                                    

  Ora vediamo qualche dato dei prototipi . . .      
                                                                                                                                    


   

SLING  1.0

Questo è stato il primo prototipo costruito. E' una moto da enduro a trazione elettrica pura, costruita utilizzando la base ciclistica di uno dei migliori veicoli da competizione. Quindi con garanzia di maneggevolezza, sicurezza ed affidabilità. La componentistica elettrica è stata scelta tra le più diffuse,  affidabili e collaudate in commercio.

      .       
Le salite non sono un problema per la SLING 1.0.





La forte coppia del motore permette una guida molto aggressiva.


















 Ecco  una foto scattata durante l'allestimento del prototipo SLING. Il termine inglese Sling-Shot, che vuol dire "fionda", è stato scelto perchè esprime pienamente la sensazione di essere scagliato da una fionda quando si accelera. 

La SLING è stata testata per oltre due anni. Essa può essere allestita con potenze ed autonomia diversi ed essere immatricolata come ciclomotore con potenza limitata a 4Kw, o come enduro amatoriale a piena potenza.
Si può scegliere se usare una o due batterie ai polimeri di litio di nuova concezione.
La versione a doppia batteria può stivare 3,330Kw/h di energia, quasi il doppio delle concorrenti. La moto ha una coppia superiore a quella di molte enduro 450cc!
L'autonomia cresce dai 60Km nell'uso spinto ai 100Km nell'uso più tranquillo.
Il peso è allineato alle più leggere enduro.



______________________________________________________



SLING  3.0



"Questa versione che abbiamo appena terminato ha un allestimento di qualità superiore. E' adatto all'uso amatoriale e al noleggio indoor ed outdoor in ambienti privati. Le caratteristiche principali sono le batterie al Litio di tipo LiFePO4 ad alto numero di cicli di ricarica, che possono garantire 100.000 Km di percorrenza prima di essere sostituite, la leggerezza del veicolo che supera di poco i 100 Kg  e la notevole coppia.  La potenza è adeguata per dare la massima soddisfazione e sicurezza agli utenti non espertissimi.


La necessità di manutenzione periodica è ridotta veramente al minimo. Principalmente finalizzata alle ruote e la trasmissione finale. Di conseguenza il costo di mantenimento del veicolo è vicino allo zero. 

Dopo i primi tests il prototipo è stato potenziato adottando un motore LEM.co e controller ALLTRAX.  Le prestazioni sono aumentate considerevolmente e di pari passo anche il divertimento di guida.


Per informazioni contattare il sig. Nuccio Santandrea  all'indirizzo  nucciosan@gmail.com


__________________________________________________







ROBO  STONE  1.1

Questa è una delle ultime moto, in ordine di tempo, di cui ho progettato il sistema di trazione. Mentre la meccanica e la ciclistica sono state curate da ROBO.


Weekend di fuoco per la STONE.
Venerdì c'è stato l'incontro e un piccolo test con un grosso costruttore e distributore italiano.
Sabato la moto è stata provata a fondo dai giornalisti di Soloenduro.it il famoso sito di fuoristrada.





Successivamente la moto è stata sottoposta ad un aggiornamento per migliorare lo sfruttamento delle batterie ed aumentare l'autonomia.
Attualmente si può vedere e provare la moto su appuntamento. (invia mail a  nucciosan@gmail.com.


















EICMA 2010

La  SLING 2.0   davanti allo stand KTM durante l'EICMA 2010. 
La loro elettrica arriverà un anno dopo!




Il prototipo SLING release 2.0 è stato esposto alla Fiera del Ciclo e Motociclo di Milano dal 2 al 7 novembre 2010  presso lo stand della ditta NewFren  http://www.newfren.it/.













_______________________________________________________


  GetUp! Trophy Day 1 

La SLING rel.2.0 è stata provata da Giorgio Papetti, giornalista di Motocorse.com  al GetUp! Trophy Day1 del 18 ottobre 2009 presso la pista di Lodi.

Il Team Electric Invaders che ha partecipato al GetUp!Trophy Day1 in sella alla SLING2.0 elettrica

Ne parla anche Ruggero Upilio, mitico ex direttore della rivista Motocross ed ora titolare di "Moto On/Off Lombardia" dedicando un'intera pagina della sua rivista alla bella manifestazione.  (clicca x ingrandire)
Fai conoscere la tua opinione ed i tuoi consigli al progettista e parlane sui "forum" più interessanti....

Etichette: , , , ,